Home
-BIBLIOTECA "DON PEPPINO LANNIA"-
-Parrocchia SS.Salvatore-
(Diocesi di Pozzuoli)
Image
6 ottobre 2021: "Come nuvole di cotone" di Antonella Carta (Mursia Editore)
Ti racconto...un libro. Rubrica letteraria della biblioteca Don Peppino Lannia
 
   Oggi la nostra rubrica propone, per la lettura, il libro di Antonella Carta intitolato "Come nuvole di cotone" , pubblicato nel 2020 ed edito da Mursia.
   L'autrice è nata a Caltanissetta ma vive a Catania, dove lavora come insegnante di lettere in un liceo linguistico in cui è a stretto contatto con i giovani protagonisti del suo libro "Come nuvole di cotone", che tratta i temi dell'adolescenza e della disabilità.
   Ogni capitolo ha come protagonista un adolescente e la sua storia. La voce narrante è quella del Capitano, un diciassettenne disabile, che ha una sua personale teoria. Infatti pensa  che per vedere veramente bisogna chiudere gli occhi.
  Gli episodi narrati hanno diversi registri linguistici e affrontano le questioni che più stanno a cuore agli adolescenti: la paura del giudizio altrui, la solitudine, le ansie legate al proprio aspetto, il rapporto non sempre facile con i propri genitori, l'amicizia e l'amore.
  Ciò che sta molto a cuore all'autrice è anche il tema dell'accoglienza verso ogni forma di disabilità, perchè aiuta, insieme alla conoscenza, ad aprirci veramente agli altri.
   Il genere del libro si può definire "misto", come suggeritoci dall'autrice stessa
  È una storia proposta con delicatezza, dai toni autoironici, raccontata con un linguaggio semplice e dunque adatta alle letture dei più giovani.
  Nell'epoca che stiamo vivendo, fatta di comunicazione sempre più "a distanza" e rapporti sempre più effimeri, i giovani stanno riscontrando molte difficoltà quotidiane, come l'accettazione di loro stessi, la solitudine, il bullismo.
   La lettura di "Come nuvole di Cotone"  può aiutare i giovani a non sentirsi soli con i propri problemi, ma  è consigliata anche agli adulti, affinché possano comprendere più approfonditamente il mondo dell'adolescenza e della disabilità.
    Ad Antonella Carta i nostri complimenti per il lavoro che svolge al fianco degli adolescenti e, soprattutto, per averci raccontato , con il suo libro, il mondo  così come loro lo vedono.