Home
-BIBLIOTECA "DON PEPPINO LANNIA"-
-Parrocchia SS.Salvatore-
(Diocesi di Pozzuoli)
Image
11 giugno 2021 - La biblioteca Don Peppino Lannia ha presentato il progetto "I Custodi Della Memoria"
SottoilMonte News: l'eco della Comunità
   Venerdì 11 giugno u.s. la biblioteca Don Peppino Lannia, con il Patrocinio Morale del Ministero della Cultura, della Regione Campania e della Comunità Ebraica di Napoli, ha presentato il progetto "I Custodi Della Memoria". 
   Alla presentazione hanno partecipato, oltre al Parroco (Responsabile della biblioteca), Don Felix Ngolo Mafu Santu: l'Assessore all'Urbanistica Ing. Roberto Gerundo in rappresentanza dell'Amministrazione Comunale e i Consiglieri comunali Lydia De Simone e Vincenzo Daniele. Il Responsabile delle Attività Culturali della Diocesi di Pozzuoli, Don Roberto Della Rocca, ha concluso l'evento con il suo intervento.
  Alla presentazione hanno partecipato rappresentanti delle Associazioni culturali "Genius Land" e "PuteColi", che hanno assicurato la loro adesione al progetto con interventi nel corso dell'evento.
   La presentazione è stata curata sia per la parte organizzativa, sia per quella tecnica, da tutti i volontari della biblioteca. 
  Il progetto è   finalizzato a promuovere un'attiva partecipazione degli Istituti e delle Associazioni culturali nella conservazione, nella tutela e nella divulgazione  della “memoria”  degli orrori  generati dai regimi fascista e nazista affinchè tali tragedie non abbiano a ripetersi.
  E' un progetto impegnativo di cui non sottovalutiamo le difficoltà, ma che abbiamo ritenuto necessario avviare, coscienti dei nostri limiti, perchè la piena conoscenza e la piena coscienza del proprio passato, sia quello rappresentato da una significativa storia millenaria, ma soprattutto quello rappresentato da un'immane e inumana tragedia di cui non può e non deve dimenticare le responsabilità, è per il nostro Paese, per la Sua Comunità, l'unico riferimento certo per procedere sulla strada di un progresso sociale e culturale che abbia nella pace, nell'accoglienza, nella condivisione, nell'inclusione, nella lotta alla diseguaglianza e all'emarginazione, i suoi valori fondanti.
  E' un impegno in cui tenteremo di coinvolgere molti, ma già siamo in tre e questo ci fa ben sperare per il futuro.