Home
-BIBLIOTECA "DON PEPPINO LANNIA"-
-Parrocchia SS.Salvatore-
(Diocesi di Pozzuoli)
Image
24 marzo 2021 - "Soltanto il nome" di Sabrina Oddo (edizione: Self-publishing)
Ti racconto...un libro. Rubrica letteraria della biblioteca Don Peppino Lannia
    Come ogni mercoledì, la biblioteca Don Peppino Lannia vi racconta…un libro.
   Il libro di oggi è “Soltanto il nome”  ed è la narrazione con cui Sabrina Oddo, l’autrice, ci porta per mano a percorrere la sua vita.
   Lo fa con delicatezza, senza alcuna volontà di stupire, ma  con la maturità di chi sa che sono proprio le vicende che ti colpiscono più duramente a renderti più forte, a farti raggiungere la luce che sempre si deve cercare, soprattutto  quando si brancola nel buio più profondo.
  Sabrina Oddo non si dilunga, non enfatizza le vicende della sua vita. Le racconta come sono state nella realtà e ciò porta chi legge  a leggere se stesso, a sentirsi in qualche modo raccontato e a non abbandonare la lettura, anche perché la narrazione scorre leggera fino alla fine.
  E’ una storia che fa riflettere, ma l’autrice non lascia i lettori in balia dei propri ricordi. Infatti quando la parola fine li porta a chiudere il libro, non possono non accorgersi che Sabrina Oddo, per alleviargliene il peso, indica loro una luce che forse li porterà fuori dal tunnel. La luce che lei stessa ha trovato, che certamente non ha vinto e né le ha fatto accettare del tutto il buio che ha vissuto,   ma che sicuramente  le ha dato la forza di attraversarlo e lasciarselo alle spalle.
   Il suo aiuto lo riassume in poche significative righe che riteniamo importante riportare:…”Forse il mondo vuole che si conosca il dolore per apprezzare la felicità, che si incontri il tradimento per imparare la rettitudine, l’ingiustizia per imparare a ribellarsi e difendersi dai soprusi, la menzogna per non smettere mai di gridare la verità, il male per fare il bene e la morte per vivere appieno la vita. Forse… perché magari si potrebbe capire ugualmente senza necessariamente provare tutto questo sulla propria pelle, nel cuore, attraverso gli occhi.”
   Sicuramente Sabrina Oddo ha coraggiosamente affrontato le sue ombre e, portandole alla luce con il suo libro, le ha quasi dissolte , come si intuisce  da una sua riflessione affidata a twitter “…quando liberi un pensiero e lo esprimi su carta, è in quel momento che diventa consistente ed efficace…”.
   Ora  però è il momento di non mollare , il mondo è pieno di storie da raccontare, a volte belle, a volte meno, ma comunque tutte meritevoli di essere ascoltate e di essere scritte.
   A Sabrina Oddo auguriamo di scriverne molte. Le basterà scavare nella miniera delle sue possibilità e certamente saprà trovare le gemme che custodisce.